Le lingue europee, oltre la grammatica!

La Giornata europea delle lingue (GEL) è stata celebrata per la prima volta nel corso nel 2001. Al termine di quest’anno, il Comitato dei Ministri dell’unione ha deciso di istituire la GEL come ricorrenza europea celebrata il 26 settembre di ogni anno. In tale occasione, milioni di persone in tutti gli stati membri del Consiglio d’Europa, ma anche in altre parti del mondo, organizzano o prendono parte ad attività volte a promuovere la diversità linguistica e la capacità di parlare altre lingue.

Lo scopo generale di questa giornata è quello di richiamare l’attenzione sull’importanza della diversità linguistica e culturale europea che deve essere sempre tutelata e incoraggiata. La scuola secondaria di primo grado Leonardo Da Vinci pone da sempre tra i suoi obbiettivi primari la necessità di accrescere la gamma di lingue apprese nel corso della vita, per sviluppare nei ragazzi le competenze plurilinguistiche e per arricchire la loro capacità di comprensione interculturale.

Per questo motivo, tra le diverse iniziative che hanno contraddistinto l’inizio dell’anno scolastico 2020/21, i docenti hanno deciso di celebrare insieme ai ragazzi questa giornata proponendo a tutte le classi un’intera mattinata all’insegna della riflessione sulla ricchezza storica e culturale delle lingue europee, extraeuropee e dei dialetti. Quale miglior occasione per accendere nei nostri allievi la scintilla della curiosità verso  tutte le lingue europee, comprese quelle meno diffuse e quelle specialistiche come il linguaggio dei segni ?

I docenti di ogni disciplina, attraverso approcci attivi e innovativi, hanno trattato diversi aspetti storici e culturali delle lingue mettendo sempre al centro delle lezioni le diverse esperienze linguistiche dei nostri ragazzi che si sono proposti per salire in cattedra a raccontare il loro personale vissuto in famiglie bilingui. Anche l’arredamento della scuola è stato decorato per l’occasione ed arricchito con bandiere, slogan, festoni e frasi celebri sull’importanza di conoscere nuove lingue per esplorare gli universi culturali che le hanno generate.

Durante la mattinata i ragazzi, oltre alle lingue insegnate nel nostro istituto (inglese, tedesco e spagnolo) hanno potuto assistere a lezioni di latino, di russo, di albanese, di cinese, di norvegese e di dialetto bergamasco tenute da parlanti madrelingua e da un famoso cantautore della nostra città.

Anche il linguaggio dei segni o l’antico linguaggio del “ventaglio” spagnolo hanno dato loro l’opportunità di comprendere che non esistono solo linguaggi verbali, ma anche linguaggi corporei, gestuali, tattili e visivi.

Oltre alle lezioni “ribaltate”, tutti ragazzi hanno partecipato a un cineforum a tema per riflettere sulle difficoltà linguistiche e sull’importanza di essere, anche linguisticamente, inclusivi verso le minoranze. Ogni lingua, infatti, è molto più che un insieme di regole grammaticali da studiare memoria: è un tesoro prezioso da scoprire, tutelare e valorizzare.


2021 CENTRO STUDI SUPERIORI S.r.l. P.IVA/C.F. 02388300168 | Privacy Policy | Cookie Policy | CREDITS